Glossario del Trading e Forex

Visite: 440
Indice dei contenuti[Nascondi]

Guida sui termini tecnici e gli acronimi del glossario del trading e Forex. Bisogna sempre capire di cosa si sta parlando quando si investe del denaro, per tutti i trader, dilettanti e professionisti ecco i termini e gli acronimi più rilevanti del vocabolario del Trading e del Forex presenti in tutti i movimenti e investimenti quotidiani. Un glossario dei principali vocaboli e modi di dire per chi opera con il trading online. Per prima cosa analizziamo cosa è il Trading e il Forex

Cosa è il Forex

Il Forex (FOReign EXchange market) è il mercato finanziario dove vengono effettuati gli scambi tra le più grandi istituzioni bancarie, banche centrali, aziende multinazionali, governi, istituzioni finanziarie e speculatori valutari. In particolare il mercato del Forex, non ha una sede fisica, le transazioni avvengono solo on-line telematicamente tramite intermediari internazionali autorizzati, (Broker), che per mezzo di Piattaforme da loro gestite, consento l’operatività agli investitori.

Il Forex è il mercato con la più alta liquidità esistente, le transazioni raggiungono cifre altissime, circa 4000 miliardi di dollari al giorno, è aperto 24 ore su 24 per 5 giorni su sette. Poiché in questo mercato c’è un’altissima liquidità, i broker hanno sempre un prezzo in acquisto o in vendita da proporre e tutte le operazioni si possono svolgere in tempo reale. Il Forex è il mercato dello scambio delle principali valute internazionali, dove la valuta più scambiata è il Dollaro americano (USD) con l’86,3% di tutti gli scambi e l’Euro (EUR) che è la seconda con il 37%.

Cosa è il Trading online

Il Trading online è, interagire ed operare telematicamente, tramite investimenti in Borsa, con i principali strumenti finanziari, azioni, obbligazioni, titoli di stato, future, acquisto e vendita di Opzioni binarie, materie prime, tramite un computer o dispositivi mobili.

Dal 1999, è stato regolamentato dalla Consob, il trading consente di acquistare e di vendere online con commissioni basse, consultando le quotazioni e i grafici in Real Time, e usando strumenti per l’analisi tecnica. Il Trading online si svolge nell’arco di tempo che intercorre dall’apertura, le 09.00 alla chiusura, le 17.30.

La piattaforma di trading online è messa a disposizione da intermediari internazionali autorizzati chiamati Broker. Si ha accesso a notizie che servono a capire come si muovono i mercati nell’arco del tempo e quali fattori possono influenzarli, l’andamento dei prezzi, le statistiche, i grafici per le analisi e gli indicatori per calcolare l’andamento rialzista o ribassista dei prezzi.

Alcune delle più importanti definizioni di termini tecnici finanziari del glossario del Trading e del Forex.

Termini tecnici finanziari del glossario del Trading

Accumulazione: fase anche di lunga durata al termine di un trend ribassista in cui gli investitori più informati o quanti si basino sull’analisi fondamentale prendono lentamente posizione sul titolo, cercando di promuovere i prezzi in modo sensibile.

Analisi fondamentale: processo di analisi che part E dalle prospettive economiche. Assume che i mercati, a causa di una follia o panico, possono talvolta esprimere prezzi che non rispecchino il reale valore di un titolo o di un mercato la sopravvalutazione della sottovalutazione di un titolo viene determinata anche in base a una serie di assunzioni sulle prospettive dell’azienda, che l’analista dovrà considerare in base alla propria sensibilità ed esperienza.

Analisi tecnica: anche detta analisi grafica, è l’insieme dei concetti necessari per una corretta analisi dell’andamento grafico dei prezzi; prescinde da ogni tipo di valutazione economica, assumendo che i prezzi siano l’effetto e quindi incorporino tutto quanto è conosciuto su un titolo o su un mercato

Azioni: sono titoli che attribuiscono una porzione di possesso di un’azienda chi ne acquista partecipa al rischio di impresa, prende parte degli utili, beneficia dell’incremento di valore, ma allo stesso tempo perde il capitale investito in caso di fallimento I dividendi sono una porzione degli utili di un’azienda che vengono distribuiti agli azionisti.

Breve termine: indica generalmente un periodo di contrattazioni che vada qualche minuto a una o due settimane.

Breakout: violazione del rialzo o ribasso di un livello di resistenza o supporto, come per esempio la linea di conferma.

Future: contratto a termine che fissa nel momento della contrattazione prezzo di una merce o paniere che verrà consegnato in una data futura ogni variazione di prezzo successiva genera un profitto o una perdita.

Grafico lineare: è utilizzato per analizzare i movimenti di lungo termine.

Grafico a barre: è utilizzato per analizzare i movimenti di medio termine.

Grafico a candele: è utilizzato per analizzare i movimenti di breve termine

Divergenza: per divergenza si intende il differente andamento fra indicatore e prezzi.

ETC: titoli di una società veicolo emessi a fronte di un investimento in una materia prima in un paniere di materie prime per i metalli, in genere per i preziosi, esistono degli ETC fisici che acquistano e custodiscono il metallo in appositi magazzini o stanze blindate.

ETF: fondo di investimento o Sicav che investe in modo da replicare passivamente il rendimento di un paniere di titoli obbligazionari e azionari.

ETN: titoli di una società veicolo che replicano passivamente l’andamento di un paniere di titoli, di uno scambio valutario o di una materia prima.

Indicatore: un indicatore si muove attraversando una linea di filippi, che in genere funge da spartiacque tra andamento rialzista e ribassista, e non ha limiti nei valori che può raggiungere.

Inside: seduta in cui sia il massimo sia il minimo sono minori che in quella precedente.

Liquidità: la liquidità di un titolo dipende dal numero di contratti che vengono scambiati in ciascuna seduta e dal loro controvalore; altro elemento di valutazione riguarda il tempo che intercorre tra uno scambio e l’altro.

Long: posizione in acquisto, assunta da un investitore che a una visione rialzista.

Lungo termine: indica generalmente un periodo di contrattazione superiore a tre mesi.

Massimo relativo: in una tendenza si indica massimo relativo il prezzo raggiunto da una barra risulta superiore a quella precedente che resta inviolato nella barra successiva. È possibile decretarlo come massimo relativo solo dopo il completamento della barra seguente.

Medio termine: indica generalmente un periodo di contrattazioni che va da qualche settimana a due o tre mesi.

Minimo relativo: in una tendenza si indica minimo relativo il prezzo raggiunto da una barra che risulta inferiore a quella precedente e resta inviolato dalla barra successiva. È possibile decretarlo come minimo relativo solo dopo il completamento della barra seguente.

Obbiettivo di una formazione grafica: per obiettivo si intendi il livello teorico dei prezzi che statisticamente plausibile attendersi in base all’evoluzione di una formazione grafica.

Opzioni: contratti che danno il diritto, non l’obbligo, a chi li acquista di comprare (opzione Call) o di vendere (opzione Put) un titolo o una merce a un determinato prezzo a una data di scadenza. Il venditore di opzioni, viceversa, ha l’obbligo di vendere (Opzione Call) o di comprare (Opzione Put) un titolo o una merce al prezzo concordato.

Oscillatore: un oscillatore si muove entro valori massimi e minimi prefissati, spesso presenta una linea di equilibrio posta in centro alla zona di oscillazioni.

Outside: seduta in cui sia il massimo sia il minimo sono maggiori che in quella precedente

Pattern: nell’analisi grafica, si intende un modello ricorrente, una configurazione di prezzi di particolare interesse in quanto genera un’evoluzione statisticamente prevedibile può essere composta da più barre o anche da una soltanto.

Pullback: ritorno delle quotazioni sul livello violato dal breakout; in quel momento si assiste all’inversione di ruolo delle linee che precedentemente avevano costituito resistenza o supporto.

Rumore di mercato: con questa espressione ci si riferisce alla variazione era pratica dei prezzi dovuta alla volatilità del titolo.

Short: vendita allo scoperto. Posizione assunta da un investitore che ha una visione ribassista; pertanto vende un titolo una merce senza possederli con l’obbligo di ricoprirsi in un successivo momento. Se l’acquisto di ricopertura avverrà a un prezzo più basso di quello di vendita la posizione avrà maturato un profitto, viceversa se la ricopertura avverrà a un prezzo più elevato dell’acquisto determinerà una perdita.

Stop-loss: livello di prezzo in cui una posizione in perdita viene liquidata.

Titolo: in senso generico qualsiasi strumento finanziario, azione, obbligazione, valuta ecc.

Trend: è la tendenza del movimento dei prezzi, che può essere: rialzista (fase di crescita dei prezzi) ribassista (fase di discesa dei prezzi).

Volatilità: è l’ampiezza di variazione dei prezzi.

Volumi: indicatore dei volumi è un contatore che viene azzerato all’inizio di ogni seduta perché si incrementa in modo cumulativo con il numero dei titoli scambiati in ogni transazione. Il risultato di fine seduta sarà dato dall’ammontare di titoli negoziati durante la giornata borsistica; moltiplicando questo numero per il prezzo medio di seduta per il prezzo di chiusura si otterrà il controvalore scambiato.

Nuovi Articoli

  • Strumenti
    17 Mar
    Il Parabolic Stop and Reverse (SAR) è stato sviluppato da Welles Wilder, è un indicatore che individua i punti di chiusura delle posizioni, viene anche usato a volte come sistema automatico di... Leggi Tutto
  • Trading online
    08 Mar
    Lo Stop-Loss è il livello di prezzo in cui una posizione in perdita viene liquidata. Se un’operazione aperta in base a determinati presupposti non si comporta come preventivato è giusto scegliere... Leggi Tutto
  • Analisi Tecnica
    10 Jan
    Sul grafico, il doppio minimo si può riscontrare con una minore frequenza rispetto al doppio massimo, in quanto i prezzi sui minimi sostano di più e trascorrono dei periodi di accumulazione.. Leggi Tutto
  • Forex
    09 Jan
    FIBO Group è membro dell’Investor Compensation Fund e offre condizioni per fare trading veramente vantaggiose e competitive, come 42 coppie di valute e spread molto bassi che partono da 0 pip... Leggi Tutto