Parabolic SAR: strategia con l’indicatore

Visite: 365
Indice dei contenuti[Nascondi]

Il Parabolic Stop and Reverse (SAR) è stato sviluppato da Welles Wilder, è un indicatore che individua i punti di chiusura delle posizioni, viene anche usato a volte come sistema automatico di trading. È un tipico strumento che serve per operare in condizioni di trend che durante i trading range può essere causa di perdite.

Come si presenta sul grafico

Sul grafico giornaliero dei vari titoli, l’indicatore Parabolic Sar, viene tracciato nella zona dei prezzi e li accompagna nei loro movimenti. I punti dell’indicatore individuano il prezzo di stop e reverse della posizione:

  • Rialzista quando seguono al di sotto dei prezzi.
  • Ribassista se al di sopra dei prezzi

Come si costruisce il Parabolic SAR

Il Parabolic Stop and Reverse non è altro che il valore cui applicare lo stop di una posizione aperta, in base alla seguente formula di calcolo:

SAR (domani) = SAR (oggi) + AF x [EP – SAR (oggi)]

Dove: AF = fattore di accelerazione; EP = prezzo estremo.

Il prezzo estremo è:

  • il prezzo massimo raggiunto quando ci si trova in posizione rialzista;
  • il prezzo minimo raggiunto in caso di posizione ribassista.

Il fattore di accelerazione è:

  • il valore che determina la distanza del Parabolic Stop and Reverse dai prezzi;
  • ha un valore iniziale, di solito pari a 0,02;
  • qualsiasi volta viene registrato un nuovo prezzo estremo, il suo valore viene incrementato di 0,02;
  • quando si raggiunge il valore massimo, di solito pari a 0,20, gli incrementi terminano.

Praticamente, il prezzo estremo indica il livello di prezzo più avanzato raggiunto nella direzione del trend, il fattore di accelerazione invece, influisce sul posizionamento dello stop-loss. In caso di una maggiore durata della posizione aperta, il fattore di accelerazione porta il Parabolic Sar vicino alle barre dei prezzi e determina la chiusura della posizione.

Come viene utilizzato l’indicatore

Durante una operatività a mercato, il Parabolic Sar contempla la posizione sul titolo sempre rialzista o ribassista, e mai flat (una posizione che non è rialzista, e non ribassista, ma neutra; cioè nessuna operazione è in corso e si è fuori dal mercato).

Con l’indicatore Parabolic Sar, si individua la valutazione del tempo dell’operazione: gli stop di uscita devono essere larghi all’apertura della posizione, in modo da evitare che la volatilità del titolo li intercetti provocando un’uscita prematura, ma devono stringersi man mano che la posizione va in profitto nel corso del tempo, così da evitare la quantità di profitto virtualmente raggiunta, ma non guadagnata a causa di un’uscita dalla posizione dopo un’escursione avversa dei prezzi, quando si iniziano le prese di profitto.

 Utilizzare l’indicatore non è per nulla complicato:

  • aprire una posizione rialzista, chiudendo quella ribassista, quando il livello di prezzo del Parabolic Sar viene toccato da un prezzo in salita;
  • aprire una posizione ribassista, chiudendo quella rialzista, quando il livello di prezzo dell’indicatore viene toccato da un prezzo in discesa.

Parabolic Sar strategia

il Parabolic Sar dà risultati affidabili solo quando il trend è abbastanza solido, mentre negli andamenti laterali si possono riscontrare operazioni in perdita. Comunque l’indicatore costituisce una buona tecnica di chiusura delle posizioni, ma in fase di apertura, meglio usare altri tipi di valutazioni.

La distanza dei prezzi dal Parabolic Sar è in funzione del tempo intercorso dall’apertura della posizione, senza tener conto della volatilità del titolo; vuol dire che a volte può risultare eccessiva e in altre occasioni troppo vicina, generando un’uscita prematura dalla posizione a causa del rumore di mercato, cioè dalla variazione erratica dei prezzi dovuta alla volatilità del titolo.

In questi casi meglio adottare una strategia di stop legata alla volatilità, che però può comportare una maggiore quantità di soldi lasciati sul tavolo al momento dell’uscita. Nella fase iniziale del periodo di calcolo il Parabolic Sar non è in grado di stabilire se la posizione corrente sia rialzista o ribassista.

Assicurarsi di inserire nella visualizzazione del grafico almeno 100 barre di prezzo, poiché alcune piattaforme grafiche svolgono il calcolo solo sulla posizione visualizzata. Si può variare il periodo visualizzato con l’indicatore e verificare che non vi siano variazioni nella posizione indicata dal Parabolic Sar.

Nuovi Articoli

  • Strumenti
    17 Mar
    Il Parabolic Stop and Reverse (SAR) è stato sviluppato da Welles Wilder, è un indicatore che individua i punti di chiusura delle posizioni, viene anche usato a volte come sistema automatico di... Leggi Tutto
  • Trading online
    08 Mar
    Lo Stop-Loss è il livello di prezzo in cui una posizione in perdita viene liquidata. Se un’operazione aperta in base a determinati presupposti non si comporta come preventivato è giusto scegliere... Leggi Tutto
  • Analisi Tecnica
    10 Jan
    Sul grafico, il doppio minimo si può riscontrare con una minore frequenza rispetto al doppio massimo, in quanto i prezzi sui minimi sostano di più e trascorrono dei periodi di accumulazione.. Leggi Tutto
  • Forex
    09 Jan
    FIBO Group è membro dell’Investor Compensation Fund e offre condizioni per fare trading veramente vantaggiose e competitive, come 42 coppie di valute e spread molto bassi che partono da 0 pip... Leggi Tutto