Il mercato dei derivati è una componente cruciale del mondo finanziario, che offre opportunità di trading e investimento intriganti ma complesse. In questa introduzione, esploreremo il significato e l'importanza dei derivati finanziari, nonché i principali aspetti legati al trading su questo mercato.

Menu di navigazione dell'articolo

Strumenti Derivati

Gli strumenti derivati rappresentano una componente fondamentale del moderno mercato finanziario, offrendo agli investitori una gamma di opportunità per gestire il rischio, speculare sui movimenti di prezzo e migliorare l'efficienza del loro portafoglio. Un derivato è un contratto finanziario il cui valore dipende, o deriva, dal valore di un'altra attività, denominata "sottostante". Gli asset sottostanti possono essere di varia natura, come azioni, obbligazioni, valute, tassi di interesse, indici di mercato, o materie prime.

Gli strumenti derivati possono essere complessi, ma la loro funzione principale è piuttosto chiara: permettono agli investitori di trasferire il rischio associato alle variazioni di prezzo dell'asset sottostante. Tra i derivati più comuni troviamo i futures, le opzioni, i swap e i contratti a termine. Ciascuno di questi strumenti ha caratteristiche specifiche che lo rendono adatto a diverse strategie di investimento e copertura.

Futures: Questi contratti obbligano le parti a comprare o vendere un asset a un prezzo prestabilito in una data futura. I futures sono standardizzati e negoziati su borse regolamentate, il che li rende trasparenti e relativamente sicuri.

Opzioni: Le opzioni danno al detentore il diritto, ma non l'obbligo, di comprare (opzione call) o vendere (opzione put) un asset a un prezzo predeterminato entro una data specifica. Questo tipo di derivato offre una maggiore flessibilità e può essere utilizzato per speculare o coprire posizioni esistenti.

Swap: Questi contratti prevedono lo scambio di flussi di cassa tra due parti. Gli swap sono spesso utilizzati per gestire i rischi associati ai tassi di interesse o ai tassi di cambio.

Contratti a termine: Simili ai futures, ma non standardizzati e negoziati direttamente tra le parti, i contratti a termine offrono maggiore personalizzazione ma anche un rischio di controparte più elevato.

L'uso di strumenti derivati può apportare significativi benefici, come la protezione contro le variazioni di prezzo, la possibilità di speculare con un capitale relativamente basso e la gestione efficiente della liquidità. Tuttavia, comporta anche rischi notevoli, inclusi il rischio di mercato, il rischio di credito e la complessità operativa.

Le dinamiche del mercato dei derivati sono influenzate da numerosi fattori economici e politici, e la loro regolamentazione è diventata un tema cruciale, soprattutto dopo la crisi finanziaria del 2008. Autorità come la SEC negli Stati Uniti e l'ESMA in Europa hanno implementato regole più stringenti per aumentare la trasparenza e ridurre i rischi sistemici.

In questo articolo, esploreremo in dettaglio i vari tipi di strumenti derivati, il loro funzionamento, i vantaggi e i rischi associati, e le principali normative che regolano il loro utilizzo. Questa panoramica ci permetterà di comprendere meglio come i derivati possono essere integrati nelle strategie di investimento e gestione del rischio, e quale ruolo giocano nei mercati finanziari globali.

Cosa sono i derivati?

Il mercato dei derivati è un complesso e vitale componente del sistema finanziario globale, svolgendo un ruolo cruciale nell'allocazione del rischio e nella determinazione dei prezzi nei mercati finanziari. Questo mercato, spesso poco compreso dal grande pubblico, è cruciale per comprendere il funzionamento dei mercati finanziari e le dinamiche economiche globali.

I derivati sono strumenti finanziari il cui valore è derivato da un'attività sottostante, come azioni, obbligazioni, valute, materie prime o indici. Essi consentono agli investitori di scommettere sul futuro andamento di questi asset sottostanti senza dover possedere effettivamente l'asset stesso. I principali tipi di derivati includono futures, forwards, opzioni e swap.

Ruolo e Funzione

Il mercato dei derivati svolge diverse funzioni cruciali nell'economia globale:

  1. Gestione del Rischio: Gli investitori utilizzano i derivati per proteggersi dal rischio di fluttuazioni dei prezzi degli asset. Gli investitori possono utilizzare i derivati per scommettere sul futuro movimento dei prezzi degli asset sottostanti. Questa attività può portare ad elevati profitti, ma comporta anche un rischio significativo.
  2. Arbitraggio di Arbitraggio: Gli arbitraggisti cercano di sfruttare le differenze di prezzo tra strumenti finanziari simili negoziati su diversi mercati. Il mercato dei derivati fornisce l'opportunità di eseguire operazioni di arbitraggio per capitalizzare su queste discrepanze di prezzo.

Mercato dei Derivati: Dimensioni e Importanza

Il mercato dei derivati è vasto e liquido, con un volume di scambi che supera spesso quello del mercato dei titoli azionari e del mercato dei cambi. Le sue dimensioni sono indicative dell'importanza che riveste nel sistema finanziario globale.

Tuttavia, la complessità dei derivati e la loro capacità di amplificare il rischio finanziario hanno portato ad alcune critiche. Alcuni osservatori ritengono che i derivati possano contribuire alla volatilità dei mercati e aumentare il rischio sistemico, come dimostrato dalla crisi finanziaria del 2008.

Il mercato dei derivati è un pilastro del sistema finanziario globale, offrendo opportunità di gestione del rischio, speculazione e arbitraggio. Tuttavia, la sua complessità e il suo potenziale per amplificare il rischio richiedono un'attenta regolamentazione e sorveglianza. Comprendere il funzionamento di questo mercato è essenziale per gli investitori e per coloro che sono interessati alla stabilità e all'efficienza dei mercati finanziari.

Cos'è il Mercato dei Derivati

Il mercato dei derivati è una componente fondamentale del mondo finanziario che offre agli investitori una vasta gamma di strumenti finanziari derivati basati su asset sottostanti come azioni, obbligazioni, valute, materie prime e altro ancora. Questi strumenti derivati sono chiamati "derivati" perché il loro valore deriva direttamente dal valore degli asset sottostanti.

Tipi di Strumenti Derivati

Il mercato dei derivati comprende diversi tipi di strumenti derivati, tra cui:

  • Futures: I contratti futures sono impegni legalmente vincolanti per acquistare o vendere un bene o un titolo finanziario a una data futura e a un prezzo stabilito in anticipo. Questi contratti sono negoziati in borsa e sono utilizzati per scopi di copertura e speculazione.
  • Opzioni: Le opzioni sono contratti che conferiscono al titolare il diritto, ma non l'obbligo, di acquistare (opzione di chiamata) o vendere (opzione di messa) un bene o un titolo finanziario a un prezzo specifico entro una data di scadenza. Le opzioni offrono flessibilità agli investitori.
  • Swap: I contratti di swap sono accordi in cui due parti scambiano flussi di pagamento basati su tassi di interesse, valute o altri indicatori finanziari. Sono spesso utilizzati per la gestione del rischio.
  • Contratti per differenza (CFD): I CFD consentono agli investitori di speculare sui movimenti dei prezzi degli asset sottostanti senza possederli fisicamente. Gli investitori possono guadagnare dalla differenza tra il prezzo di apertura e chiusura di un CFD.
  • Contratti a termine: I contratti a termine sono simili ai futures ma sono negoziati privatamente tra due parti anziché in borsa. Sono spesso utilizzati per scopi di copertura.

Scopi dei Derivati

Il mercato dei derivati svolge diversi ruoli importanti nell'ambito finanziario, tra cui:

  • Copertura del Rischio: Gli investitori utilizzano i derivati per proteggersi dal rischio di fluttuazione dei prezzi degli asset sottostanti. Ad esempio, un produttore di petrolio può utilizzare contratti futures per coprirsi dal rischio di una diminuzione dei prezzi del petrolio.
  • Speculazione: Molti trader utilizzano i derivati per speculare sulle direzioni future dei prezzi degli asset sottostanti. Possono trarre profitto sia da aumenti che da diminuzioni dei prezzi.
  • Aumento dell'Efficienza dei Mercati: I derivati possono aumentare l'efficienza dei mercati finanziari consentendo agli investitori di eseguire transazioni basate sulle loro opinioni sui prezzi futuri.
  • Diversificazione: Gli investitori possono utilizzare i derivati per diversificare il loro portafoglio, ottenendo esposizione a una vasta gamma di asset senza doverli detenere fisicamente.
  • Gestione del Portafoglio: I derivati possono essere utilizzati per bilanciare e gestire il rischio all'interno di un portafoglio di investimento.

Vantaggi e rischi del Trading sui Derivati

Il trading sui derivati offre una serie di vantaggi agli investitori e ai trader, ma è importante comprendere anche i rischi associati. Ecco una panoramica dei vantaggi e dei rischi del trading sui derivati:

Vantaggi:

  • Copertura del Rischio: Uno dei principali vantaggi dei derivati è la capacità di coprire il rischio. Gli investitori possono utilizzare contratti futures o opzioni per proteggersi dalle fluttuazioni dei prezzi degli asset sottostanti. Ad esempio, un produttore di grano può utilizzare i futures per garantire un prezzo stabile per la sua produzione.
  • Speculazione: I derivati offrono l'opportunità di speculare sui movimenti dei prezzi degli asset sottostanti. I trader possono trarre profitto sia da aumenti che da diminuzioni dei prezzi. Questa flessibilità è attraente per coloro che cercano opportunità di trading in mercati in rialzo o ribasso.
  • Leva Finanziaria: Il trading sui derivati consente spesso l'uso della leva finanziaria. Ciò significa che gli investitori possono controllare una posizione di valore maggiore rispetto al capitale investito. La leva finanziaria può aumentare i potenziali profitti, ma comporta anche rischi più elevati.
  • Diversificazione: I derivati consentono agli investitori di diversificare il proprio portafoglio senza dover detenere fisicamente gli asset sottostanti. Possono ottenere esposizione a una vasta gamma di mercati e asset attraverso strumenti derivati.
  • Efficienza dei Mercati: Il trading sui derivati contribuisce all'efficienza dei mercati finanziari. Gli investitori possono utilizzare questi strumenti per eseguire transazioni basate sulle loro opinioni sui prezzi futuri, contribuendo così a stabilizzare i mercati.

Rischi:

  • Rischio di Perdita Elevata: La leva finanziaria nei derivati può portare a perdite significative. Anche piccoli movimenti dei prezzi possono comportare perdite notevoli in termini percentuali.
  • Complessità: I derivati sono spesso strumenti complessi che richiedono una comprensione avanzata. Gli investitori inesperti possono facilmente commettere errori costosi.
  • Volatilità: I mercati dei derivati possono essere estremamente volatili, con prezzi che possono fluttuare rapidamente e ampiamente. La volatilità può aumentare il rischio di perdita.
  • Obbligazioni Contrattuali: Alcuni derivati, come i contratti futures, sono obbligatori. Questo significa che gli investitori devono adempiere alle condizioni del contratto, indipendentemente dalle circostanze di mercato.
  • Costi di Trading: Il trading sui derivati può comportare commissioni e spread più elevati rispetto ad altri strumenti finanziari. Questi costi possono ridurre i profitti.
  • Esposizione a Eventi Imprevisti: Eventi imprevisti, come annunci economici sorprendenti o eventi geopolitici, possono avere un impatto significativo sui mercati dei derivati e portare a perdite inaspettate.

In sintesi, il trading sui derivati offre molte opportunità, ma è associato a rischi significativi. Gli investitori devono essere consapevoli dei vantaggi e dei rischi, avere una solida comprensione dei prodotti derivati e utilizzare strategie di gestione del rischio per proteggere i propri investimenti. È sempre consigliabile consultare un consulente finanziario prima di iniziare a fare trading sui derivati, soprattutto se si è alle prime armi.

Come Fare Trading sui Derivati

Il trading sui derivati può essere complesso, ma con la giusta preparazione e comprensione dei concetti chiave, è possibile partecipare a questo mercato in modo efficace. Ecco una guida su come fare trading sui derivati:

1. Acquisire Conoscenze Fondamentali

Prima di iniziare, è essenziale acquisire una solida comprensione dei concetti fondamentali dei derivati. Ciò include la comprensione di cosa sono i futures, le opzioni, i contratti a termine e come funzionano. Leggere libri, seguire corsi online o partecipare a seminari dedicati ai derivati può essere utile.

2. Scegliere un Mercato e un Asset Sottostante

Decidi su quale mercato vuoi fare trading e quale asset sottostante desideri negoziare. Puoi scegliere tra una vasta gamma di opzioni, tra cui azioni, indici, materie prime, valute e tassi di interesse. La scelta dipenderà dalle tue preferenze e dalle tue previsioni di mercato.

3. Aprire un Conto di Brokeraggio

Per fare trading sui derivati, dovrai aprire un conto di brokeraggio presso una società di intermediazione finanziaria che offre accesso a questi strumenti. Assicurati di scegliere un broker affidabile, con una buona reputazione e commissioni competitive.

4. Studiare le Strategie di Trading

Le strategie di trading sui derivati possono essere complesse. Studia diverse strategie come l'arbitraggio, la copertura del rischio, la speculazione direzionale e altre. Comprendi quando e come applicare queste strategie in base alle condizioni di mercato.

5. Pratica con Conti Demo

Molti broker offrono conti demo che consentono di fare pratica senza rischiare denaro reale. Utilizza un conto demo per acquisire esperienza nel trading sui derivati e per testare le tue strategie.

6. Gestione del Rischio

La gestione del rischio è fondamentale nel trading sui derivati. Impara a impostare stop loss per limitare le perdite e a gestire la leva finanziaria in modo responsabile. Non investire mai più di quanto puoi permetterti di perdere.

7. Esecuzione dell'Ordine

Una volta preparato, esegui il tuo primo ordine sui derivati attraverso la piattaforma di trading del tuo broker. Scegli l'asset, il tipo di contratto derivato (futures, opzioni, ecc.) e inserisci l'importo dell'ordine.

8. Monitorare e Agire

Dopo aver aperto una posizione sui derivati, monitora attentamente l'andamento del mercato e osserva gli sviluppi. Preparati ad agire in base alle tue strategie di uscita, che potrebbero includere la chiusura della posizione o l'aggiunta di nuove posizioni.

9. Continua a Istruirti

Il mercato dei derivati è in continua evoluzione. Continua a istruirti, segui le notizie finanziarie e studia le dinamiche di mercato per rimanere informato e migliorare le tue abilità di trading nel tempo.

Ricorda che il trading sui derivati comporta rischi significativi, quindi è importante investire tempo nella tua formazione e adottare una strategia di gestione del rischio rigorosa.

Risorse e Strumenti per il Trading sui Derivati

Per diventare un trader di successo sui derivati, è importante disporre delle giuste risorse e strumenti. Ecco alcuni strumenti e risorse che possono aiutarti nel trading sui derivati:

1. Piattaforma di Trading:

Scegli una piattaforma di trading affidabile e ben regolamentata che offra accesso ai mercati dei derivati. Assicurati che la piattaforma supporti gli strumenti derivati specifici che desideri negoziare, come futures, opzioni o CFD.

2. Analisi di Mercato:

Utilizza strumenti di analisi di mercato per ottenere informazioni sulle tendenze dei prezzi, le notizie finanziarie e le analisi tecniche. Questi strumenti possono includere grafici avanzati, indicatori tecnici e feed di notizie finanziarie.

3. Formazione e Educazione:

Investi tempo nella tua formazione. Ci sono molti corsi online, webinar e risorse educative che coprono i concetti chiave dei derivati, le strategie di trading e la gestione del rischio. Alcuni broker offrono anche materiali educativi.

4. Notizie Finanziarie:

Tieniti informato sulle ultime notizie finanziarie e sugli eventi di mercato che potrebbero influenzare i prezzi degli asset sottostanti. Puoi utilizzare servizi di notizie finanziarie o seguire fonti di informazione affidabili.

5. Calendario Economico:

Un calendario economico tiene traccia degli annunci economici importanti e degli eventi che potrebbero avere un impatto sui mercati. Questo strumento può aiutarti a pianificare le tue operazioni in modo da evitare periodi di volatilità estrema.

6. Comunità di Trading:

Unisciti a comunità online di trader sui derivati. Queste comunità offrono un forum per condividere conoscenze, idee e strategie. Puoi imparare dagli altri e ottenere supporto nella tua attività di trading.

7. Gestione del Portafoglio:

Utilizza strumenti di gestione del portafoglio per tenere traccia delle tue posizioni, dei profitti e delle perdite. Questi strumenti possono aiutarti a prendere decisioni informate sulla gestione del tuo portafoglio.

8. Consulenza Finanziaria:

Se sei nuovo nel trading sui derivati o hai bisogno di consulenza professionale, considera la possibilità di consultare un consulente finanziario. Un consulente può aiutarti a sviluppare una strategia di trading e a pianificare il tuo portafoglio in base ai tuoi obiettivi finanziari.

9. Simulazioni e Backtesting:

Pratica il backtesting delle tue strategie di trading utilizzando dati storici. Questo ti aiuta a valutare come avrebbero funzionato le tue strategie in passato e a identificare aree di miglioramento.

Mercato opzioni

Le Opzioni sono correttamente descritte e inquadrate come strumenti finanziari e operativi per investire o fare trading sui derivati. L’uso proprio o improprio degli strumenti finanziari derivati determina effetti positivi o negativi sul capitale investito. Sul finire del secolo scorso e l’inizio del nuovo si è assistito a una crescita molto elevata delle transazioni effettuate con i prodotti derivati, che ha dato inizio a un profondo cambiamento dei mercati finanziari internazionali.

 Un numero sempre più crescente di investitori sia istituzionali che piccoli risparmiatori si sono rivolti ai mercati borsistici, giungendo a mercati contraddistinti da un elevato grado di liquidità, sui quali operano sia hedger (operatori intenzionati a coprire il rischio), sia trader interessati alla speculazione, che modificano continuamente le proprie posizioni in relazione alle attese sull’andamento futuro delle variabili finanziarie considerate.

La crisi che si è sviluppata nel 2007 ha prodotto un incredibile incremento della volatilità su tutti i mercati finanziari mondiali. Un forte segnale è arrivato dall’impennata dell’indice VIX, che misura la volatilità attraverso i prezzi delle opzioni quotate sull’indice di Borsa S&P500, il quale nel bimestre settembre-ottobre 2008 ha raggiunto livelli mai rilevati prima.

La volatilità è poi diminuita, ma ancora sono incerti i tempi di uscita dalla crisi, come conferma l’andamento dell’ultimo biennio delle Borse mondiali. L’incremento della volatilità e il maggior numero di scambi, hanno determinato per gli operatori economici e finanziari una sensibilità ai cambi mai riscontrata in passato, nei confronti di investimenti, copertura e speculazione sul mercato dei derivati.

Sotto questo punto di vista, le opzioni binarie si presentano come uno strumento di trading online molto versatile, che, in confronto alla semplice operatività di azioni, oltre a costare solitamente meno, consente di operare a leva in maniera efficiente e attraverso idonee strategie, limita il rischio di perdite e permette di sfruttare guadagni aggiuntivi.

Mercato Idem

Il mercato Idem in Italia è gestito da Borsa Italiana S.p.A. che rappresenta quello principale degli strumenti finanziari derivati cui fa riferimento per la negoziazione delle opzioni; di queste, ne sono state quotate due tipi:

  • opzioni sull’indice Ftse Mib
  • opzioni su azioni

Opzioni su Ftse Mib e Mibo

Sul mercato Idem (Italian Derivative Market) sono quotate che sia le Mibo, opzioni di tipo europeo che hanno come sottostante l’indice Ftse Mib, sia le Iso-Alpha, opzioni di tipo americano che hanno come sottostante i titoli azionari italiani di maggiore interesse.

Opzioni su azioni

Sull’Idem, il giorno di scadenza per le opzioni su azioni e sull’indice è il terzo venerdì del mese previsto. Recentemente sono state l’estate anche le cosiddette Weekly Mibo (opzioni settimanali sull’indice italiano Ftse Mib), la cui scadenza è ogni venerdì della prima, della seconda, della quarta ed eventualmente della quinta settimana del mese, poiché la terza ovviamente è già listata sulle mensili.

Le contrattazioni sulle opzioni su azioni terminano il giovedì precedente la scadenza su questo mercato, mentre quelli sull’indice Ftse Mib termina nel giorno di scadenza all’apertura dell’indice stesso. Se l’opzione scade ITM, l’esercizio è sempre automatico e avverrà attraverso una liquidazione monetaria, come nel caso delle Mibo, oppure attraverso la consegna o il ritiro del sottostante, come nel caso delle Iso-Alpha su azioni.

 Se l’opzione scade ATM oppure OTM, l’esercizio non avviene mai in modo automatico. In questi casi, così come in quello di esercizio anticipato delle opzioni di tipo americano, se l’operatore desidera procedere all’esercizio deve provvedere a un’opportuna comunicazione in tal senso al proprio intermediario.

Prezzo di esercizio base o strike price

Il prezzo di esercizio costituisce quello a cui il sottostante può essere comprato o venduto se l’opzione è esercitata. Le opzioni sono quotate con molti prezzi di esercizio sopra e sotto il prezzo corrente del sottostante. Per ogni tipo di opzione, call e put, si possono presentare tre diverse situazioni:

Opzioni call

  • Posizione ITM in the money (strike price < valore attuale del sottostante): il buyer ha a convenienza a esercitare l’opzione perché acquista a un prezzo inferiore a quello di mercato.
  • Posizione ATM at the money (strike price = valore attuale del sottostante): al buyer non conviene di esercitare l’opzione perché ha pagato un premio per acquistare a un prezzo uguale a quello di mercato.
  • Posizione OTM out of the money (strike price > valore attuale del sottostante): il buyer non ha convenienza a esercitare l’opzione perché acquista a un prezzo superiore a quello di mercato.

Opzioni Put

  • Posizione ITM in the money (strike price > valore attuale del sottostante): il buyer ha a convenienza a esercitare l’opzione perché vende a un prezzo superiore a quello di mercato.
  • Posizione ATM at the money (strike price = valore attuale del sottostante): al buyer non conviene di esercitare l’opzione perché ha pagato un premio per vendere a un prezzo uguale a quello di mercato.
  • Posizione OTM out of the money (strike price < valore attuale del sottostante): il buyer non ha convenienza a esercitare l’opzione perché vende a un prezzo inferiore a quello di mercato.

Mercato Eurex

L’Eurex (European Exange) è il mercato più importante in Europa degli strumenti finanziari derivati, fondato da un accordo tra la Borsa tedesca e la Borsa svizzera nel 1998, sul quale sono quotate opzioni su numerosi indici di Borsa europei, russi e statunitensi, opzioni su azioni e opzioni su titoli di Stato.

Mercato Cme

Il mercato Cme statunitense a livello mondiale è uno dei mercati più importanti degli strumenti finanziari derivati, sul quale sono quotate, le opzioni su future valutari.

FAQ: Trading sui Derivati

Domanda 1: Qual è la differenza tra opzioni e futures?

Risposta: Le opzioni consentono all'acquirente di acquistare o vendere l'asset sottostante a un prezzo specifico in futuro, ma non sono obbligatorie. I futures obbligano l'acquirente e il venditore a scambiare l'asset sottostante a un prezzo specifico in una data futura.

Domanda 2: Qual è il vantaggio della leva finanziaria nel trading dei derivati?

Risposta: La leva finanziaria consente ai trader di controllare una posizione di valore maggiore rispetto al capitale investito, aumentando il potenziale profitto ma anche il rischio di perdita.

Domanda 3: Quali sono i principali rischi nel trading dei derivati?

Risposta: I principali rischi includono la volatilità dei prezzi, la possibilità di perdite elevate, la necessità di comprensione avanzata degli strumenti derivati e il rischio di leva finanziaria.

Domanda 4: Posso utilizzare i derivati per coprire il rischio del mio portafoglio di investimento?

Risposta: Sì, i derivati possono essere utilizzati per coprire il rischio di portafoglio, consentendo agli investitori di proteggersi contro le fluttuazioni dei prezzi.

Domanda 5: Come posso iniziare a imparare il trading sui derivati?

Risposta: È consigliabile iniziare con una buona formazione, studiare i mercati dei derivati e utilizzare piattaforme demo di trading per acquisire esperienza prima di investire con denaro reale.