L’open interest è un indicatore che aumenta o diminuisce il valore quando durante uno scambio si determina un'apertura o una chiusura di posizione. Al contrario dei volumi, che è un contatore cumulativo che aumenta il valore in ogni scambio.

Sia i Volumi che l’Open Interest sono indicatori molto importanti per gli operatori in quanto forniscono segnali molto efficaci e credibili sul movimento o sull’inversione del trend.

L’open interest viene calcolato soltanto sui contratti derivati, su future e opzioni, e rappresenta il numero di posizioni rimaste aperte in uno specifico momento temporale alla fine di tutte le sedute. Rappresenta la somma di tutte le posizioni del mercato aperte al rialzo o al ribasso in uno specifico istante.

In pratica l’indicatore Open interest osserva se nel mercato entra o esce denaro, se sale, significa che il trend è forte, se scende segnala indecisione e quindi una probabile inversione di tendenza del trend.

Open interest sul grafico

L’open interest si visualizza sul grafico tramite degli istogrammi sotto la zona dei prezzi. Il suo aspetto grafico è uguale a quello dei volumi, a differenza dei quali il metodo con cui si incrementa il contatore è diverso.

Nell’open interest non si ha nessun incremento fino a che si ha soltanto un passaggio della posizione, mentre nei volumi ogni scambio determina un incremento del contatore.

L’open interest riguarda soltanto i derivati e viene pubblicato dalla Borsa al termine di seduta, contando i contratti rimasti aperti alla fine della giornata di contrattazioni.

Tutte le operazioni su future e opzioni possono essere aperte soltanto quando una controparte assume la posizione opposta; per cui per ogni posizione aperta al rialzo (long) deve essere aperta una posizione al ribasso (short).

Si otterrà un aumento quando una nuova posizione di acquisto coincide con una nuova posizione di vendita; l’open interest diminuirà quando la vendita di una posizione long si incrocerà con un acquisto di un’operazione short.

Il suo utilizzo

La relazione fra prezzo, volumi e open interest esamina l’intenzione degli investitori che operano sul mercato, così si possono capire le condizioni che segnalano un esaurimento di tendenza.

Quando una salita o una discesa di prezzo è accompagnata da volumi e open interest elevati, la tendenza è solida e quindi destinata a continuare.

Al contrario, quando una tendenza inizia a mostrare volumi e, o open interest in contrazione, siamo di fronte ad un esaurimento del movimento, che al massimo può portare ad una pausa o, ad una inversione di tendenza.